Continuità di cura delle persone con HIV
Esperienze a confronto nell’era post-COVID-19

Dal 14 DICEMBRE 2021 al 14 DICEMBRE 2021

condividi sui social
Continuità di cura delle persone con HIV - Milano, 14 Dicembre 2021

L’evento è accreditato per:
MEDICO CHIRURGO specialista in:
ematologia; genetica medica; scienza dell'alimentazione e dietetica; malattie dell'apparato respiratorio; psicoterapia; malattie infettive; epidemiologia; medicina fisica e riabilitazione; medicina interna; neonatologia; neurologia; pediatria; psichiatria; oftalmologia; farmacologia e tossicologia clinica; medicina legale; microbiologia e virologia; patologia clinica (laboratorio di analisi chimico-cliniche e microbiologia); radiodiagnostica; igiene, epidemiologia e sanità pubblica; medicina generale (medici di famiglia); pediatria (pediatri di libera scelta); allergologia ed immunologia clinica; dermatologia e venereologia

DIETISTA

FISIOTERAPISTA

INFERMIERE

INFERMIERE PEDIATRICO

TECNICO SANITARIO LABORATORIO BIOMEDICO

FARMACISTA: farmacia ospedaliera; farmacia territoriale

PSICOLOGO: psicoterapia; psicologia

BIOLOGO

ASSISTENTE SANITARIO

N. PARTECIPANTI: 100

CREDITI FORMATIVI: 4,5

 

La pandemia da COVID-19 e il conseguente lockdown hanno avuto un impatto significativo sulla gestione dell’HIV, rischiando di compromettere i programmi di accesso alle cure e il raggiungimento degli obiettivi dell’OMS, in particolare in alcune popolazioni fragili, quali donne e migranti. 
In questo periodo si è osservato in questi pazienti, un aumento dei disturbi neuro-cognitivi, quali depressione, disturbi dell’umore, disturbi del sonno .
Le diverse realtà hanno messo in atto programmi e iniziative per poter affrontare le criticità emerse nella gestione della terapia e sul monitoraggio di questi pazienti cronici, limitandone le conseguenze sulla salute e cercando di mantenere in atto le attività di screening e di prevenzione. 
L’evento si pone l’obiettivo di individuare l’approccio ottimale alla gestione e al percorso di cura di queste popolazioni, attraverso la condivisione di alcune best practice sperimentate sul territorio, che vedono il coinvolgimento attivo di clinici e nurse per garantire una miglior qualità di vita ai pazienti stessi nel corso della pandemia.  Alcune innovazioni e revisioni organizzative emerse durante la fase emergenziale, potranno trovare un ruolo anche nella organizzazione ambulatoriale della gestione clinica della patologia da HIV nel prossimo futuro. 

vedi programma cv relatori
Con la sponsorizzazione non condizionante di
Logo Janssen Cilag SPA
logo Thenewway

Caricamento in corso…